I MIGLIORI SNUS AL GUSTO WINTERGREEN

Questo fine settimana, il tempo era molto incerto, quindi ho preferito non rischiare e me ne sono rimasto rintanato in casa. Quando non si esce, soprattutto se si è una persona molto attiva come il sottoscritto, il tempo sembra non passare mai ed anche i classici passatempi: tv, videogiochi e social, perdono di efficacia.

Disteso sul divano come un podista sfiancato sulla prima panchina incrociata lungo la strada, mi dilettavo a passare da un canale all’altro. In uno di questi miei balzi mediatici, ho intersecato un servizio del telegiornale sulle ultime recrudescenze delle proteste anti-Trump, che, negli USA, sembrano accomunare molti sportivi di professione: basket, baseball, football: tutti coalizzati contro The Donald!

Lungi dal voler prendere posizione al riguardo, mi interessa solo riflettere sul numero di discipline sportive nate negli Stati Uniti ed oggi diffuse anche qui in Italia. Basket escluso, possono essere tutte praticate con livelli tecnici nettamente inferiori rispetto a quelli statunitensi e con una quantità di pubblico che le qualifica come vere e proprie attività di nicchia. Ciononostante esistono. Segno dei tempi e di una diffusione dell’american way of life che definire capillare e pervasivo sarebbe eufemistico. Del resto lo stesso avviene per molti altri aspetti del nostro vivere associato: dalle catene di fast food, ai social network. L’unica cosa che sembra proprio non riuscire ad attecchire, invece, è la passione che molti tabagisti statunitensi dimostrano di nutrire per il gusto wintergreen.

Da grande appassionato di snus, fatico non poco a farmene una ragione, perché l’olio essenziale di gaulteria (questo il suo nome italiano; anche se la gaulteria non è l’unica pianta da cui provengono le foglie ed i fiori che, macerati e distillati, servono a produrre quell’olio) dá al tabacco un aroma ed un gusto davvero particolari. Spiegarlo a chi non abbia avuto occasione di provarlo, non è facile, perché gli snus aromatizzati al wintergreen hanno caratteristiche diverse rispetto a quelli aromatizzati alla menta verde, a quella piperita o al mentolo.

Se questi già vi piacciono, sarete indubbiamente avvantaggiati; preparatevi, però, ad assaggiare uno smokeless tobacco per uso orale molto più corposo ed intenso, perché privo, in molti casi, di quel caratteristico retrogusto dolciastro e zuccherino che stempera il mentolo. Il sapore che forse più gli si avvicina è quello dell’olio 31; poco adatto ai palati troppo sensibili.

Come dicevo, l’abitudine ad aromatizzare il tabacco aggiungendovi sentori di wintergreen è statunitense, non europea: i maggiori marchi di snus l’hanno mutuata da chi produce dipping tobacco; un’ulteriore riprova di quell’intenso rapporto osmotico che da sempre esiste fra questi due specifici contesti. Oltre oceano, l’abitudine è talmente radicata che ogni marchio importante di smokeless tobacco ha la sua variante aromatizzata al wintergreen. In Svezia (ed in Europa), invece, è un gusto molto meno apprezzato e gli snus aromatizzati al wintergreen non sono tanti. Chi li produce, ha iniziato ad aggiungerli al proprio catalogo per entrare nel mercato statunitense.

General Wintergreen White Portion

Come sempre, quando si parla di snus, i pionieri sono quelli di Swedish Match, che già nel 2009 iniziarono ad offrire agli appassionati una white portion ottenuta aggiundo sentori di olio di wintergreen ad una miscela di tabacco di media intensità.

In bocca, la bustina (1 grammo di miscela con 8 mg/g di nicotina) rilascia lentamente il suo sapore: un forte gusto di wintergreen, che toni leggermente zuccherini si permettono appena di stemperare, così da rendere ancor più lento e graduale il modo in cui le bag liberano l’aroma della miscela in esse contenuta.

Jakobsson’s Wintergreen Strong

Il coraggioso esempio di Swedish Match è stato poi assimilato e fatto proprio da diversi marchi. Chi continua a privilegiare l’aspetto economico, pensando soprattutto al fiorente mercato statunitense, è Gotlandssnus AB, che dal 2010 ha aggiunto alla ricca famiglia degli snus Jakobsson’s una variante aromatizzata al wintergreen.

Anche se il nome prescelto, con quell’aggettivo Strong che campeggia sul packaging della confezione, potrebbe far pensare ad uno snus aggressivo: gusto robusto e corposo ed elevati livelli di nicotina, quello offerto da Jakobsson’s si rivela invece un prodotto davvero delicato, per certi versi simile alle mentine Canada al gusto di Pyrola asarifolia (pink wintergreen in inglese); adatto quindi anche al palato di un neofita.

A questa, nel 2014, si è addirittura affiancata una nuova variante: una white portion ripartita in mini bag dalla forma sottile e molto allungata, che ha lentamente sostituito quella originale. Aver ridotto il contenuto di ogni singola bustina (3,5 grammi di miscela) ed aumentato i livelli di nicotina (1,4 mg/g) non ne ha però compromesso la qualità: Jakobsson’s Wintergreen Mini continua ad essere uno snus dai toni gentili e dal piacevole retrogusto zuccherino che accarezza il palato.

On! Wintergreen White Dry Mini

Rendere l’aroma di wintergreen accessibile anche ai neofiti, senza per questo snaturalizzarlo, rischiando così di allontanare i veri appassionati, che di esso amano soprattutto i toni pungenti, sembra essere la scelta all’origine della variante proposta dal marchio On!

In essa, i punti di forza degli snus On!: essere white portion asciutte ripartite in comode mini bag preconfezionate, che, contenendo meno del 6% di umidità, non devono essere mantenute costantemente refrigerate per preservarne la qualità, si incontrano e si intersecano con un sapore dal lieve retrogusto zuccherino; dolce, ma non stomachevole. In questo modo, i sentori di olio di wintergreen, aggiunti al tabacco per aromatizzarlo, non infastidiscono i palati troppo delicati e non deludono quelli che si attendono che gli snus aromatizzati al wintergreen sappiano di… wintergreen.

In bocca, poi, la superficie non umida della bustina (0,3 grammi di miscela, con 1 o 3 mg/g di nicotina, a seconda dell’intensità prescelta) consente allo snus di rilasciare lentamente il suo sapore, rendendo l’approccio con l’olio di wintergreen ancor più delicato.

Uno snus “sempre verde”, quindi, adatto a tutte le occasioni, perché le dimensioni particolarmente contenute della bag e la forma rettangolare della sua confezione lo rendono facile da occultare alla vista altrui, permettendo di gustarlo ovunque; anche laddove farlo non sarebbe consentito od opportuno.

Oden’s Wintergreen (Extreme White Dry)

Il marchio che ha forse la maggior quantità di varianti aromatizzate al wintergreen è Oden’s, una linea di snus prodotti dalla svedese GN Tobacco. Non potendo descriverle tutte, preferisco concentrarmi sull’ultima da me provata: Oden’s Wintergreen (Extreme White Dry), una white portion asciutta (con livelli di umidità comunque ancora molto alti: superiori al 25%).

Chiunque scelga di avvicinare questo snus, lo faccia consapevole di trovarsi di fronte ad uno smokeless tobacco volutamente costruito sulle contraddizioni, perché, in esso, elementi concepiti per permettere alla miscela di rilasciare lentamente il suo sapore (superficie non umida della bustina, basse percentuali di umidità ed un retrogusto leggermente zuccherino) si intersecano e si fondono ad una elevata quantità di nicotina (ben 22 mg/g!), che accentua i toni, a tratti aspri e pungenti, dell’olio di wintergreen.

Thunder Wintergreen Extra Strong Portion

Non tutte le varianti di snus aromatizzati al wintergreen definite strong o extra strong raggiungono però livelli di nicotina così alti: quelle prodotte dal marchio Thunder (proprietà della danese V2 Tobacco) si attestano attorno ai 16 mg/g.

Restano comunque tipologie di smokeless tobacco poco adatte ai palati troppo delicati e ai “deboli di cuore”, perché nella miscela di Thunder Wintergreen Extra Strong Portion (lo snus di cui voglio parlare) si mescolano corposo tabacco scuro dalle rustiche note fumose e forti sentori di olio di wintergreen, che il carattere molto umido della superficie della bustina contribuiscono ad accentuare.

In bocca, posizionata fra labbro superiore e gengiva, la bag (0,7 grammi di miscela, col 52% di umidità) non da fastidio; per apprezzarlo appieno, però, bisogna essere un vero appassionato di wintergreen, perché i modelli di riferimento del marchio Thunder sono i grandi brand di dipping tobacco: Copenhagen, Skoal e Grizzly.

Torna Indietro
2018-07-25T11:01:42+00:00