Chewing Bags: Cosa Sono?

La prima domanda che credo vi sia venuta in mente visitando questo sito immagino sia stata perché io abbia deciso di impegnare il mio tempo per parlare di alcune scatolette colorate che contengono delle bustine chiamate chewing bags. 

Beh la risposta non è certo semplice. Innanzitutto avevo piacere di comprendere se in Italia esista realmente una fetta di popolazione che conosce e apprezza le chewing bags e, una volta riscontrata la sua esistenza, mettere a disposizione la mia modesta conoscenza del prodotto per informare e discutere nel merito. 

Tuttavia molti di voi potrebbero essere capitati qui dentro perché curiosi di sapere cosa sono le chewing bags, pertanto mi è sembrato doveroso iniziare dalle basi e raccontarvi le caratteristiche essenziali di questo particolare tabacco. 

Ho scoperto le chewing bags qualche anno fa, nel 2013. Era inverno inoltrato e per motivi di lavoro mi sono dovuto recare in Danimarca per un paio di settimane. All’epoca ancora non immaginavo che di lì a poco la Danimarca l’avrei visitata più volte all’anno. 

Giunto a Copenhagen avrei dovuto noleggiare una macchina per recarmi in un villaggio ad un paio d’ore di distanza. 

Arrivato a destinazione la prima cosa che feci una volta sceso dall’auto fu cercare il mio pacchetto di Marlboro nella tasca della giacca, ansioso di accendermene una dopo diverse ore di astinenza. 

Fu una brutta sorpresa scoprire di aver dimenticato accendino e sigarette sulla credenza. 

A quel punto non mi rimaneva altra soluzione se non chiedere a qualcuno di offrirmi una sigaretta, così andai incontro ad un giovane che aveva l’aria di poter essere un fumatore e, con cortesia, gli chiesi se potesse offrirmi una sigaretta. 

E fu qui che provai la mia prima chewing bag. Il giovane infatti si scusò dicendomi che ormai da un paio d’anni aveva smesso di fumare, ma mi porse una scatoletta rotonda dicendomi di prendere una porzione e posizionarla tra il labbro e la gengiva, nella parte superiore del palato. Secondo lui, dopo averlo fatto, non avrei più sentito la necessità di fumare una sigaretta. 

Inutile dirvi che mi piacque assai, tanto che il giorno seguente andai in tabaccheria ad acquistarne una scatola tutta per me. Comprai anche le sigarette. 

Ciò che mi sorprese di più fu vedere quanta gente utilizzasse le chewing bags in Danimarca e quanti pochi di loro invece fumassero. Immediatamente compresi che quel prodotto era parte del loro stile di vita e per me rappresentava un esempio da seguire, tanto che decisi di continuare a farne uso anche una volta rientrato in Italia. 

Proprio come molti di voi, anche io prima di tutto dovevo capire che cosa fossero queste chewing bags, quindi iniziai a chiedere ai miei “colleghi” delucidazioni in merito. 

Fu veramente piacevole vedere come essi immediatamente apprezzarono il fatto che, sebbene mi trovassi in Danimarca solo da un paio di giorni, io avessi già fatto mia una delle loro tradizioni. Proprio per questo furono felici di fornirmi informazioni di ogni tipo che ora riporterò a tutti voi che mi leggete. 

Le chewing bags sono delle piccole buste riempite di tabacco che vanno posizionate tra labbro e gengiva perché rilascino nicotina nell’organismo. La prima sensazione che si sperimenta è un leggero bruciore, che sparirà dopo qualche altro utilizzo. 

L’aroma varia molto a seconda del prodotto. Io per esempio ho iniziato con delle chewing bags aromatizzate alla menta e mi ci sono trovato benissimo poiché mi davano una sensazione di pulizia, nonostante si trattasse di tabacco. 

Per diversi anni sono stato costretto ad attendere una nuova trasferta in Danimarca per poter portare con me in valigia un quantitativo di chewing bags sufficiente fino al prossimo viaggio. Le recensioni che trovate in questo blog sono frutto di quei pellegrinaggi. Ogni volta acquistavo prodotti diversi per sperimentarne sempre di nuovi. 

In Italia nessuno le utilizzava e tutti erano molto incuriositi quando mi vedevano estrarre il pacchetto dalle tasche della giacca. 

Venni poi a sapere che anche nel nostro Paese esiste una nicchia di utilizzatori, soprattutto giocatori di Hockey e persone che abitano in alta montagna, al confine con l’Austria. 

Iniziai quindi a raccogliere sempre più informazioni che ora desidero condividere con voi su questo sito. 

Nel 2017, con mia grande sorpresa, si iniziarono a vendere chewing bags anche in Italia. Anche il mio tabaccaio di fiducia iniziò a tenerle in scansia. Ad oggi l’unico brand disponibile è Al Capone ma spero che ben presto ne arriveranno anche altri. 

Ah, quasi dimenticavo! 

Avete presente quel pacchetto di sigarette che avevo acquistato a caro prezzo durante il mio primo viaggio in Danimarca? Beh, è ancora sigillato. 

Torna Indietro
2018-07-25T10:44:10+00:00