Al Capone, il primo brand di chewing bags in Italia

Oggi voglio parlarvi di quel giorno in cui realizzai che finalmente le chewing bags erano arrivate anche in Italia. 

Ne venni a conoscenza per puro caso. Come saprete se avete letto un altro mio articolo recentemente uscito su questo blog, da quando ho iniziato ad utilizzare le chewingbags sono riuscito a tenere distanti le sigarette. Ciò però non mi impedisce di godermi un buon sigaro di tanto in tanto ed è proprio per acquistare dei sigari che quella mattina mi recai da un buon tabaccaio della zona, rinomato per il vasto assortimento di prodotti in vendita presso la sua tabaccheria. 

Una volta all’interno iniziai a scorrere la scansia con il mio sguardo alla ricerca di una buona scatola di sigari domenicani, di quelli che piacciono a me. Quasi non credevo ai miei occhi quando essi si soffermarono su un paio di scatolette rotonde che avevano tutto l’aspetto di essere delle chewing bags, anzi, non avevo nessun dubbio a riguardo dal momento in cui già conoscevo il prodotto. 

Quasi mi dimenticai dei sigari e iniziai a chiedere delucidazioni al tabaccaio che non esitò a rispondermi cordialmente. Mi disse che le aveva ricevute pochi giorni prima e che un ragazzo gli aveva spiegato esaustivamente come utilizzare il prodotto, mostrandogli alcuni dei suoi principali punti di forza. Giorgio, questo il nome del mio amico tabaccaio, sembrava piuttosto entusiasta della novità e concordava con me sul fatto che si trattasse di un prodotto innovativo e diverso da tutto il resto che si trova normalmente in tabaccheria. 

Fu quel giorno che acquistai la mia prima confezione di chewing bags legalmente dal mio tabaccaio, con tanto di tassello fiscale, che emozione! Per molti non sarà nulla di importante, ma per me rappresentò una piacevolissima sorpresa! 

Acquistai anche una confezione di Principes, ma la mia attenzione era tutta riposta sulle 6 scatoline che avevo appena acquistato, non vedevo l’ora di provarle! 

Si trattava naturalmente di Al Capone Chewing Bags, dico “naturalmente” perché tutt’oggi sono ancora l’unico prodotto legalmente acquistabile in tabaccheria. 

Ne comprai 3 pacchetti per tipo, Blue, al gusto menta e Gold, al gusto vaniglia. 

Arrivato a casa scartai con frenesia la prima scatolina di ACCB Blue e mi misi in bocca una bustina. Sarà perché era stato così facile acquistarle, sarà perché ero felice come un bambino il giorno di Natale, ma quella prima chewing bags “made in Italy”, mi piacque assai, tanto che ancora oggi utilizzo principalmente prodotti Al Capone (oggi uso le X-tra Blue, decisamente più forti ma all’epoca non ancora distribuite in Italia).  

Pensate che durante tutti i miei viaggi in Nord Europa non avevo mai avuto l’occasione di provare delle chewing bags di Al Capone. Conoscevo questo brand per i celebri cigarillos aromatizzati che tempo fa ero solito fumare in particolari occasioni, per accompagnare un buon cocktail fruttato per esempio. 

Dopo aver scoperto che le chewing bags erano arrivate in Italia mi informai meglio e scoprii che in realtà esistono molti prodotti chewing bags marchiati Al Capone e che essi vengono molto apprezzati dai consumatori. 

Pochi mesi dopo arrivarono in tabaccheria anche la versione Extra Strong delle Al Capone Chewing Bags, in due versioni: X-tra Blue, alla menta e X-tra Original al tabacco. Per me questi prodotti rappresentano una sorta di punto di arrivo. Infatti, pur essendo una persona a cui piace provare svariati prodotti di ogni brand disponibile, ho deciso di utilizzare Al Capone X.tra Blue per l’uso quotidiano e devo dire che mi ci trovo benissimo. Ciò non toglie che su questo blog verranno pubblicate numerose recensioni di moltissimi altri prodotti, con l’augurio che presto possiamo trovare anche questi in tabaccheria. 

Torna Indietro
2018-10-31T16:09:41+00:00