Chewing bags a confronto: Al Capone Blue & Al Capone Blue X-tra

Il nome è simile, la sostanza no. I packaging si assomigliano, ma il contenuto è diametralmente diverso. Stiamo parlando di quelli che, ad oggi, sono gli unici prodotti chewing bags disponibili in Italia e che, pertanto, meritano un doveroso approfondimento, le Al Capone Chewing Bags. 

Oggi ci concentreremo su due prodotti della gamma, entrambi aromatizzati alla menta, entrambi riportano la dicitura “blue” sulla confezione. Perché “blue” e non semplicemente “mint”? La risposta è semplice. Per le aziende del tabacco è vietato utilizzare nomi che rimandino a qualcosa di naturale e commestibile, tanto più se rimanda a qualcosa di rinfrescante, proprio come la menta. 

Blue quindi. In due versioni, una delle quali rientra nella categoria Extra Strong, con un quantitativo di nicotina piuttosto elevato. 

Ma andiamo con ordine. Il primo prodotto Al Capone uscito sul mercato sono state le ACCB (Al Capone Chewing Bags) Blue. Dry portion che consentono un utilizzo pulito e discreto. L’ideale per coloro che non sono abituati a questo tipo di prodotti e vogliono avvicinarsi al mondo delle chewing bags. 

Il livello di nicotina è quello giusto per coloro che non vogliono un’esperienza troppo forte fin dall’inizio, ma cercano un prodotto che li soddisfi senza esagerare. 

L’aroma non è eccessivamente forte, ma estremamente piacevole. Una singola porzione può essere gustata per oltre mezz’ora senza che la fuoriuscita di aromi si interrompa. 

Dall’altra parte ci sono le ACCB Blue X-tra. Già il nome ci fa intuire che si tratti di un prodotto con una percentuale di nicotina maggiore, insomma un prodotto Extra Strong.
Io stesso, sebbene mi piaccia portarmi appresso qualche scatolina dalla Danimarca quando ne ho l’opportunità, utilizzo le Blue X-tra regolarmente quando vivo in Italia. Ovviamente spero tanto che altri brand si aggiungano ad Al Capone negli scaffali delle tabaccherie, ma fino a quel momento sono contento di poter trovare un ottimo prodotto, sebbene sia l’unico al momento. 

 La nicotina, però, non è l’unica cosa che differenzia questi due prodotti. Si tratta infatti in un caso, le ACCB Blue, di dry portion, mentre le ACCB Blue X-tra sono delle original portion. Questa differenza è fondamentale perché conferisce al prodotto delle caratteristiche particolari che lo rendono molto più adatto a consumatori “esperti”, o comunque a persone che intendano provare qualcosa di più simile ai prodotti maggiormente venduti nei paesi in cui questo mercato è florido. 

La differenza la si vede subito quando si apre la confezione. Le ACCB Blue X-tra sono infatti di un colorito marrone scuro e appaiono umide, bagnate. 

La differenza si percepisce poi durante l’utilizzo. Le original portion sono decisamente più confortevoli ma allo stesso tempo potrebbero generare dello sporco all’interno del palato e sui denti. L’aroma è decisamente più presente e persistente con una massiccia fuoriuscita di aromi nei primi minuti di utilizzo. Insomma, siamo di fronte a due prodotti simili solo dal punto di vista dell’immagine e del packaging ma diametralmente agli opposti se poi si va ad analizzarli più profondamente. 

A voi la scelta di quello più adatto alle vostre esigenze. Sempre con la speranza che Al Capone non rimanga a lungo l’unico brand a nostra disposizione, al netto delle mie personali e positive considerazioni rispetto ai prodotti da essi distribuiti in Italia. 

Torna Indietro
2018-10-31T14:39:28+00:00